Ir al contenido

Benvenuto

al cantiere tuc tuc

tuc tuc Blog

Benvenuti al BLOG di tuctuc!


Prime letture per il rientro a scuola

11 de septiembre de 2013

Prime letture per il rientro a scuola

La lettura è un grande contributo alla crescita di ognuno di noi. Noi di tuctuc vogliamo dedicare questo articolo in particolar modo ai bambini, affinché riescano a comprendere l’importanza della lettura, ad amarla a considerarla un tesoro da scoprire. Leggere dovrebbe essere per ogni bambino un piacere, una fonte di idee, riflessioni e pensieri, uno svago al quale ricorrere quasi giornalmente, ma purtroppo, spesso, non è così.

“Perché devo leggere? Non basta già quello che faccio a scuola? A cosa mi serve leggere altri libri?” Sono alcune delle domande più diffuse tra i bambini. Alla domanda “Perché non leggi?” spesso rispondono “a me non piace leggere”. Secondo noi questa risposta dovrebbe far riflettere. Alcuni dei nostri bambini non leggono più  perché forse è cambiato il modo di impostare la lettura come metodo educativo. I genitori hanno dimenticato, o non hanno a loro volta scoperto, il ruolo fondamentale del libro nella formazione di una persona. Invece per i piccoli, per i grandicelli e per gli adolescenti, il libro è vita vissuta, storia, morale, ammonimento, ispirazione, liberazione. Quante cose s’imparano dalle fiabe prima e dai romanzi poi! Quante paure si ridimensionano se spiegata dalla voce rassicurante di mamma e papà… quante emozioni trovano conferma nelle pagine che scorrono…

linea berries tuctuc

Leggere è aprire la mente, con la lettura  ogni persona diviene più ricettiva,  perché siamo noi a trasformare le parole, i caratteri in immagini, in scene che saranno sempre differenti l’una dall’altra. Il gioco è fantasia e la lettura e la fantasia camminano di pari passo, e non possono esistere l’una senza l’altra. Sta proprio qui la differenza tra l’immaginazione e  la realtà. Quando si legge un libro, la cosa più bella è creare le scene nella propria mente, quasi come se noi fossimo i registi di questo film. Mentre le parole scorrono noi immaginiamo quello che succede, il narratore racconta, noi leggiamo e sogniamo. Pensiamo a come potrà essere un personaggio, o un altro, a come potrà andare a finire, se finirà realmente così o se ci sarà qualche sorpresa e mentre noi facciamo automaticamente tutte queste azioni, non ci accorgiamo, che in realtà quello che stiamo facendo non è nient’altro che allenare la nostra mente.

Leggere ai nostri bambini prima, incoraggiarli poi a leggere da soli ogni giorno, significa regalare loro tante possibilità in più e una varietà di colori con cui dipingere le sfumature del loro mondo, presente e futuro.

Certo i bambini non dovrebbero essere forzati. Quindi cercate di premiarli per ogni libro letto e raccontato; dovrebbe però bastare semplicemente l’esempio, dedicatevi insieme a loro alla lettura, scegliete anche voi un libro e mettetevi insieme all’opera.

Per i piccoli lettori vi suggeriamo quindi una serie di titoli adatti da 0 ai 12 anni:

Veicoli – Le Casette - Emme Edizioni

Aprite la porta della casetta e scoprite tanti disegni e parole. Un libro divertente e adatto a piccole mani. Naturalmente con disegni semplici e coloratissimi che possono essere compresi anche dai più piccoli. Età di lettura: da 1 anno.

Che forza papà, di Isabella Paglia – Ed. Fatatrac

L’autrice e l’illustratrice di “Di mamma ce n’è una sola” ci portano questa volta ad esplorare il mondo dei papà… Chi sono? Quanti possono essere? Da che cosa si riconoscono? Alcuni bambini raccontando ognuno la propria esperienza, arrivano a riflettere sul fatto che la parola “papà” può riferirsi a situazioni diverse: è possibile avere un papà naturale, un papà “adottato”, un papà single e talvolta se ne possono avere due. Mario il Temerario e gli altri vivaci bambini di questo albo ci conducono ad affrontare il tema della paternità con dolcezza e sensibilità. Età di lettura: da 3 anni.

La principessa allegra, di Gianni Rodari ed Elena Temporin – Emme Edizioni

Allegra è una principessa che riesce sempre a guardare il mondo con occhio spensierato e positivo. Sorride anche quando la sorte le porta via i genitori e si trova costretta a salire al trono e ad approntare la responsabilità e la noia degli affari di governo. Il popolo la ama molto perché i suoi sorrisi dispensano serenità a tutti. Ma c’è chi trama alle sue spalle e le ruba il trono facendo precipitare il regno in anni di orrore e violenze. Quando Allegra torna a regnare, acclamata dai suoi fedeli, è ormai tempo di cercare marito: sposerà solo colui in grado di chiedere la sua mano senza farla scoppiare in una delle sue irrefrenabili risate. Tutti falliscono, tranne un povero suddito che da lontano la guarda, senza sorridere. È un ragazzo che ha conosciuto la guerra e il dolore, solo lui sarà degno di condividere con Allegra una nuova vita fatta di serenità ma anche di consapevolezza e di compassione. Età di lettura: da 5 anni.

L’isola del tesoro, di Robert L. Stevenson Robert e Pierdomenico Baccalario – El Edizioni

Classicini è una collana di classici pensata espressamente per il target dei più piccoli. Economica, maneggevole, tascabile, di prezzo accessibile e molto accattivante dal punto di vista grafico. I Classicini sono libri leggeri, coloratissimi, scanzonati, che vogliono rendere giustizia a storie emozionanti e bellissime, storie che si possono e si devono poter raccontare come delle fiabe, che si possono voler leggere e rileggere tante volte. E rientrano in una tradizione importante di riscrittura per i più piccoli. Altri titoli: Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne e Roberto Piumini; Piccole donne di Louisa M. Alcott e Beatrice Masini; Robin Hood di Alexandre Dumas e Silvia Roncaglia; I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift e Alessandro Gatti; Zanna Bianca di Jack London e Guido Sgardoli. Età di lettura: da 7 anni.

L’albero di Anne, di Irène Cohen-Janca e Maurizio Quarello – Ed. Orecchio Acerbo

Un vecchio ippocastano, nel cortile di una casa alle spalle di uno dei tanti canali di Amsterdam. “Ho più di cento anni, e sotto la corteccia migliaia di ricordi. Ma è di una ragazzina – Anne il suo nome – il ricordo più vivo. Aveva tredici anni, ma non scendeva mai in cortile a giocare. La intravedevo appena, dietro il lucernario della soffitta del palazzo di fronte. Curva a scrivere fitto fitto, quando alzava gli occhi il suo sguardo spaziava l’orizzonte. A volte però si fermava sui miei rami, scintillanti di pioggia in autunno, rigogliosi di foglie e fiori in primavera. E vedevo il suo sorriso. Luminoso come uno squarcio di luce e speranza in quegli anni tetri e bui della guerra. Fino a quando, un giorno d’estate, un gruppo di soldati – grandi elmetti e mitra in pugno – la portò via. Per sempre. Dicono che sotto la mia corteccia, insieme con i ricordi, si siano intrufolati funghi e parassiti. E che forse non ce la farò. Sì, sono preoccupato per le mie foglie, per il mio tronco, per le mie radici. Ma i parassiti più pericolosi sono i tarli, i tarli della memoria. Quelli che vorrebbero intaccare, fino a negarlo, il ricordo di Anne Frank”. Età di lettura: da 9 anni.

La nostra vita è la storia più bella e con i libri riuscirete a rendere quella dei vostri figli ancor più ricca  e piena di emozioni. Buona lettura da tuctuc!

¿Tú qué opinas?

Deja tu comentario.

Comentarios a este post:





 

Iscriviti al blog

Iscriviti al blog

Le più viste

    Cercatore


    Records